Avigliana (To) - La Mezza Maratona di Avigliana si è confermata uno degli appuntamenti più sentiti dell’autunno podistico piemontese. Sono stati oltre seicento, infatti, i podisti che hanno preso parte alla gara organizzata dalla Podistica Tranese di Renzo Fallarini. Il numero di partecipanti alla Mezza Maratona è diminuito (sono stati 211 gli arrivati), ma sono sensibilmente aumentati gli iscritti alla StrAvigliana (9.2 chilometri), evento che sta diventando sempre più partecipato con il passare degli anni (quest’anno sono stati oltre 450 gli arrivati).

Confermato il percorso della gara, sicuramente non semplice ma decisamente allenante, visto che non sono mancati i tratti in salita, soprattutto nella seconda metà di gara, il cui percorso lambiva i Laghi di Avigliana. Anche quest’anno, purtroppo, non sono mancate le polemiche all’arrivo della StrAvigliana. Diversi podisti, infatti, hanno sbagliato percorso e i giudici sono stati costretti a vestire i panni dei pacieri, dato che gli animi di alcuni partecipanti erano particolarmente accesi. Il percorso di gara, in ogni caso, non ci sembrava mal segnalato: é possibile che siano stati gli stessi podisti a commettere qualche leggerezza.

Nella Mezza Maratona, due atleti si sono giocati la gara fin dalle prime battute, staccando nettamente tutti gli altri. Nella seconda metà di gara, tuttavia, Abdelhadi Laaouina é riuscito ad accelerare nel finale, vincendo la gara per la seconda volta consecutiva in 1h 09’26”. Secondo, staccato di trenta secondi, Marco Scaglia. Il terzo classificato, Marco Mazzon é arrivato oltre otto minuti dopo Laaouina in 1h 17’43”. In campo femminile, Fabiola Conti é stata bravissima a condurre una gara di testa fin dal primo metro, chiudendo in 1h 24’12”. Al secondo posto, staccata di oltre un minuto, si è classificata Paola Pretto (1h 25’33”), mentre Claudia Marchisa ha completato il podio in 1h 26’35”.

Buono anche il livello tecnico della StrAvigliana, che ha visto ai nastri di partenza i migliori podisti del torinese. Al termine di lunghe consultazioni, i giudici di gara hanno deciso di validare la vittoria di Giuseppe Falcone, che ha chiuso la sua prova in 31’52”, precedendo di soli due secondi Luca Staropoli e di otto Matteo Grandis. Nessun dubbio, invece, nella gara femminile, vinta con ampio margine da Carla Primo (35’34”), che ha preceduto di oltre un minuto Stella Riva (37’26”) e Jessica Tieni (37’43”).

Davvero nutrita la presenza del Running Center Club Torino, che ha sempre schierato dei suoi atleti alla partenza di questa gara. Nella mezza maratona, ottimo ventiduesimo posto assoluto per Stefano Ranno, che ha chiuso in 1h27’07”. Buone anche le prove di Salvatore Raimondo (1h31’34”), Giorgio Truccone (1h 40’29”), Giuseppe Scappin (1h 53’24”), Giovanna Balbi (1h55’51”) e Arianna Belluco (2h37’03”).

Molto numerosi gli Azzurri presenti alla StrAvigliana. Luigi Maria D’Auria, ventiquattresimo assoluto, ha guidato il gruppo, chiudendo in 35’49”. Molto buone anche le prestazioni di Fabrizio Gatti (44’27”), Sarah Calcagno (44’13”), Stavros Bertaccini (44’25”), Raffaele Maggi (45’24”), Massimo Ferrero (46’04”), Paolo Faccini (48’28”), Davide Carcagni (56’00”) e della capitana Mimma Pecco (1h05’15”), che ha deciso di lasciare il podismo dopo venticinque anni di militanza col Running Center Club Torino. 

Al termine della gara, come ogni anno, grande festa organizzata dagli alpini di Avigliana, che hanno preparato per i partecipanti alla gara polenta e spezzatino. La manifestazione organizzata dal rodato gruppo di Renzo Fallarini, dunque, si conferma uno degli eventi podistici più importanti e ben organizzati dell’autunno podistico piemontese. Donato D’Auria

Joomla templates by a4joomla